Foto gallery 

80px Morsasco Stemma

COMUNE DI MORSASCO

Via Giacomo Matteotti, 10
15010 Morsasco (AL)
Tel 0144 73022 - fax 0144 73140
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comunemorsasco.it

altitudine sul livello del mare m. 328

Vedi il paese sulla mappa di Google

Il borgo, situato a metà strada tra Ovada ed Acqui Terme, sorge attorno al castello a cui si accede attraverso uno stretto e ripido viottolo che conduce ad una bella piazza su cui si affaccia la chiesa parrocchiale, la Torre dell'orologio e la casa detta "Del Boia" e sopra la porta che conduce al castello, si può notare un bel campanile con orologio del 1697.
Intorno si gode di una suggestiva vista di colline, vigneti e graziose chiesette campestri.
Per parecchi anni si è svolta al castello una manifestazione molto seguita: "Scuola e Torneo di Falconeria"

Superata la soglia del castello, si sale seguendo il vicolo in pietra fino ad incontrare la Chiesa Parrocchiale cinquecentesca dedicata a San Bartolomeo che presenta all'interno affreschi del pittore Pietro Ivaldi detto il muto
Il Castello, superbo maniero posto in posizione dominante sulla Val Bormida, si erge maestoso sulle case dell'antico ricetto a cui si accede passando attraverso un'alta porta, ricavata alla base della torre campanaria che presenta ancora le tracce del ponte levatoio. Il castello, citato dal XIII secolo, appartenne ai Del Bosco, ai Malaspina, ai Lodron, ai Gonzaga, ai Centurione Scotto e ai Pallavicino.
Nel corso dei secoli ha perso le caratteristiche militari dei primordi, e si presenta, oggi, come una dimora signorile dai grandi saloni e dalle piacevoli sale, frutto dell'ampliamento settecentesco. Di grande bellezza è il camino in pietra del Salone Nuovo, fatto realizzare dai Lodron a inizio del ‘500 e la galleria del gioco della Pallacorda (inizio ‘700). La cappella interna, costruita dove un tempo era il pozzo del cortile interno, è dei primi anni del ‘700 ed è dedicata a Santa Caterina da Siena. Tra i visitatori illustri del castello si ricorda il passaggio di San Luigi Gonzaga. Dal parco si gode di una bella vista sulle colline del Monferrato.
La Chiesa di San Vito posta leggermente al di fuori del centro abitato, é il più vetusto edificio presente sul territorio; presenta una bellissima abside semicircolare

 

Manifestazioni ricorrenti:

Luglio: raduno auto e moto d'epoca