Foto gallery  Calendario eventi

80px Capriata dOrba Stemma

COMUNE DI CAPRIATA D'ORBA

Piazza Garibaldi, 5
15060 CAPRIATA D'ORBA (AL)
Tel 0143 46102 - Fax 0143 467248
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.comune.capriatadorba.al.it

altitudine sul livello del mare m. 122-275

Vedi il paese sulla mappa di Google

L'abitato, che esisteva già in epoca romana come testimoniano alcuni ritrovamenti di monete e tombe, è dominato dai resti del Castelvecchio. Dell'antica fortificazione sono ancora visibili la torre del XII sec, le mura di cinta e le porte di ingresso al paese.
La zona, attraversata da percorsi che inerpicandosi lungo le valli raggiungevano i passi montani scendendo poi al mare, era abitata anche in epoca preistorica.
Il borgo fu oggetto di mire espansionistiche del comune di Alessandria, si diede a Genova nel 1218, assediato e distrutto dagli alessandrini nel 1228, tornò in mano genovese nel 1230. Nel 1317 entrò a far parte del Ducato di Milano, poi fu di nuovo sotto il dominio di Genova (1412) che nel 1418 lo cedette ai marchesi del Monferrato. Devastato dai francesi e poi dagli spagnoli durante la guerra di successione del Monferrato (1648), fu annesso ai domini sabaudi nel 1708.

Chiesa parrocchiale dedicata a San Pietro e Paolo e alla Madonna del Rosario; di notevole interesse, è un’antica costruzione dorica risalente al XIII sec. con tre navate e la facciata a disegno toscano. All’interno si trova un bellissimo altare in marmo africano nero e lucido dedicato alla Madonna del Rosario e, collocato nel transetto destro, un capolavoro di Luca Cambiaso (1527-1585) artista ligure che caratterizzò il cinquecento genovese tanto da diventare uno dei maggiori creatori dello stile ligure. Il dipinto, ad olio su tela di cm. 262 x 202, forse del tutto sconosciuta agli storici dell'arte, di eccezionale qualità artistica, recentemnte restaurato, raffigura la Madonna col Bambino e i Santi Pietro, Giovanni Battista, Francesco d'Assisi e Paolo.

Svettano sull’abitato i campanili barocchi delle due confraternite quella di San Michele e SS. Trinità quello dell’Annunziata vicino alla Torre di Castelvecchio.

 

Manifestazioni ricorrenti:

fine Giugno: Festa delle lasagne con stubiaroi
Vigilia di Natale: presepe vivente